Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Legge servizi segreti a Nazionale, espulsione stranieri a Stati

Riprendono oggi pomeriggio i lavori alle Camere federali. Piatto forte al Consiglio nazionale (14.30-19.00), dopo l'ora delle domande, sarà la legge sul servizio informazioni, dossier che ritorna sui banchi del parlamento dopo essere stato rinviato al Consiglio federale nel 2009. All'epoca, la maggioranza contestava i nuovi metodi di raccolta dati, molto più intrusivi di quelli che si vorrebbero ora introdurre.

La Legge sul Servizio informazioni (LSI) dovrebbe infatti dare al Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) la facoltà di sorvegliare la posta elettronica, i computer e le comunicazioni in generale in casi sospetti di terrorismo, spionaggio, proliferazione di armi di distruzione di massa, attacchi ad infrastrutture critiche e agli interessi nazionali essenziali, come la piazza finanziaria. L'estremismo violento in Svizzera sarebbe escluso da questo tipo di misure.

Dall'epoca del rinvio, il contesto geopolitico ha subito forti cambiamenti, in particolare per l'acutizzarsi della minaccia terroristica. Per questo motivo, a parte l'annunciata opposizione dei Verdi - che chiederanno altresì la non entrata nel merito - la LSI non dovrebbe incontrare ostacoli importanti sul proprio cammino. In commissione, le proposte governative godono di una confortevole maggioranza.

Al Consiglio degli Stati, i "senatori" affronteranno a livello di divergenze il tema sull'espulsione degli stranieri che commettono reati. La settimana scorsa, su questo aspetto il Nazionale si è allineato alla Camera dei cantoni: in futuro, gli stranieri che commettono crimini passibili di una pena superiore a tre anni rischieranno l'espulsione automatica per un periodo di 5-15 anni. Per rispettare il principio costituzionale di proporzionalità, nei casi difficili il giudice potrà decidere altrimenti se simile misura dovesse porre il condannato in una situazione grave e l'interesse pubblico non dovesse prevalere su quelli del diretto interessato a rimanere in Svizzera. Gli Stati sono ora chiamati ad appianare alcune divergenze minori. (atsi)

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.