Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il logo del gruppo Tamedia esposto a Zurigo (foto d'archivio).

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Gli svizzeri continuano a sostenere la Strategia energetica 2050. Se si fosse votato all'inizio di questa settimana, alle urne il "sì" l'avrebbe spuntata con il 55% dei voti, secondo il secondo sondaggio Tamedia pubblicato oggi.

La revisione della Legge sull'energia della presidente della Confederazione Doris Leuthard sarà sottoposta al popolo il 21 maggio.

Nella prima inchiesta, svolta all'inizio del mese, ad essere "sicuramente" o "tendenzialmente" a favore della testo era il 56% degli intervistati. I contrari sono rimasti identici, con il 42% di "no" o "piuttosto no", indica il gruppo Tamedia. Solo il 3% è incerto.

Anche il primo sondaggio della SSR, effettuato il 30 e 31 marzo su un campione di 1203 persone, dava i sostenitori in vantaggio con il 61% di voti. Il 30% sarebbe invece contrario e il 9% ancora indeciso. Il margine d'errore è di +/- 2,9 punti percentuali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS