Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PLAN-LES-OUATES - LEM, il fabbricante ginevrino di componenti per l'elettronica, ha ritrovato le cifre nere nel primo trimestre dell'esercizio 2010/2011: tra aprile e giugno ha registrato un utile netto di 8,2 milioni di franchi, mentre nello stesso periodo dello scorso anno aveva subìto una perdita di 1,3 milioni.
L'azienda, con sede a Plan-les-Ouates (GE) e che nel 2009 ha risentito della regressione del mercato automobilistico, ha registrato un fatturato in crescita del 35,6% a 66,8 milioni e un utile operativo (EBIT) di 13,7 milioni (+3,2%). Le commesse fanno ben sperare, con un balzo del 156,9% a 93,6 milioni di franchi. "Ci sforziamo di soddisfare l'accresciuta domanda del mercato e diamo quindi un colpo d'acceleratore alla produzione", ha dichiarato il presidente generale François Gabella, citato nel comunicato dell'azienda.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS