Navigation

Lettera aperta a Merkel dopo attacco razzista Hanau

Lettera aperta alla cancelliera Angela Merkel per la lotta al razzismo. KEYSTONE/EPA/LUDOVIC MARIN / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 febbraio 2020 - 16:51
(Keystone-ATS)

Dopo l'attentato a sfondo razzista di Hanau, costato la vita a 9 persone di origine straniera, 40 associazioni di migranti in Germania hanno scritto una lettera aperta alla cancelliera Angela Merkel per chiedere protezione e denunciare fenomeni di discriminazione.

"La dignità dell'uomo non è inviolabile in ugual modo per tutte le persone in Germania", si legge nella lettera presentata oggi in conferenza stampa a Berlino.

"Il documento è stato scritto in rappresentanza di quel quarto di popolazione che teme per la sua incolumità, per il futuro suo e dei propri figli" si legge. È incredibile che nel consiglio dei ministri federale non ci sia una sola persona che abbia fatto esperienza di razzismo: "immaginate un Gabinetto che non includa alcuna donna o alcuna persona dell'Est", si prosegue.

L'antirazzismo dovrebbe essere introdotto in Costituzione, continuano le associazioni, perché il razzismo non è solo un fenomeno limitato alla destra politica rappresentata da Alternative für Deutschland.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.