Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuovo schiaffo dei repubblicani a Barack Obama. Dopo lo scontro sull'invito al premier israeliano Benjamin Netanyahu, ben 47 senatori hanno firmato una lettera aperta indirizzata alla leadership iraniana, inviando a Teheran un chiaro messaggio: qualunque accordo sul nucleare col presidente americano non durerà, non andrà oltre il suo mandato senza l'autorizzazione del Congresso. Pronta la condanna della Casa Bianca: "Si tratta dell'ennesimo sforzo di parte per minare i negoziati in corso tra l'Iran e le potenze occidentali".

Una iniziativa senza alcun valore legale e nient'altro che uno stratagemma pubblicitario, ha detto il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, rispondendo alla lettera.

La missiva, ha detto Zarif secondo l'Irna, è in totale contraddizione con i diritti internazionali. Il prossimo presidente americano, scrivono i senatori, potrebbe revocare l'accordo con un semplice tratto di penna, e un futuro Congresso potrebbe modificarne i termini in qualunque momento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS