Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La tomba di Walt Whitman è visitata ogni anni da molti visitatori

KEYSTONE/AP/TIM LARSEN

(sda-ats)

È tornato alla luce, dopo 165 anni, un racconto inedito dello scrittore statunitense Walt Whitman (1819-1892), celebre per la raccolta poetica "Foglie d'erba".

Il racconto fu scritto nel 1852 ed è intitolato "Life and Adventures of Jack Engle" (Vita e avventure di Jack Engle): è melodrammatica storia, un po' alla Dickens, di un orfano, Nathaniel, che cresce tra avvocati senza scrupoli, personaggi corrotti e quaccheri virtuosi.

L'inedito è ora sull'edizione online di "The Walt Whitman Quarterly Review" ed è stato pubblicato in un'edizione critica dalla University of Iowa Press. A scoprire il racconto, come riferisce il "New York Times", è stato Zachary Turpin, ricercatore dell'University of Houston. Pur non essendo un racconto di grande qualità, come ha spiegato al "New York Times" il professore David Reynolds della Cuny University, tra i massimi esperti di Whitman, attraverso un genere popolare come il romanzo d'appendice l'autore dà prova di una narrazione "efficace" che mette al centro "i derelitti e la loro battaglia per la sopravvivenza".

Zachary Turpin è stato già autore un anno fa di un altro clamoroso ritrovamento legato a Whitman: una raccolta di 13 articoli in cui il grande poeta di "O Capitano!, Mio Capitano!", forniva utili consigli per il benessere maschile. Gli articoli furono scritti con lo pseudonimo di Mose Velsor per la rubrica settimanale "Manly Health and Training" e apparvero nel corso del 1858 su "The Atlas".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS