Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dalla metà del prossimo anno le radio private dovrebbero ricevere più soldi dal canone: lo ha annunciato oggi la consigliera federale Doris Leuthard in occasione della giornata "SwissRadioDay" a Zurigo.

Il Dipartimento dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e della comunicazione, guidato dalla Leuthard, sottoporrà al governo una proposta in tal senso, ha assicurato, dopo aver fatto uno sguardo al futuro panorama radiofonico. La concessione dell'aiuto è fattibile dopo che il Tribunale federale ha confermato, la scorsa settimana, che il risultato della votazione del 15 giugno sul canone radio-tv è valido.

Si tratta ora di elaborare l'ordinanza e realizzare i lavori preparatori, ha aggiunto la ministra, che si attende il pagamento obbligatorio del canone da tutte le economie domestiche a partire dal 2018, canone che non dovrebbe superare i 400 franchi all'anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS