Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

E' di sette soldati libanesi feriti il bilancio di diversi "attacchi suicidi" compiuti lungo la frontiera con la Siria in due diversi campi profughi nella regione di Arsal, nella valle orientale della Bekaa.

Lo riferisce l'agenzia nazionale libanese Nna, precisando che "cinque attentatori suicidi" si sono fatti esplodere nei campi di Nur e Qariya. Nelle esplosioni, avvenute quasi all'unisono alle prime ore del giorno, sono stati feriti in tutto sette soldati libanesi, parte di pattuglie impegnate in perlustrazioni dell'area.

Nessun altro civile è stato ferito o ucciso, mentre i cinque attentatori sono morti, secondo la Nna.

Arsal e il suo altipiano sono da anni al centro di tensioni tra gruppi islamisti siro-libanesi, che operano a ridosso della porosa frontiera tra i due paesi, e le forze governative libanesi, sostenute dalla milizia filo-iraniana Hezbollah.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS