Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Siria respinge con forza ogni accusa di coinvolgimento nell'attentato dinamitardo compiuto oggi a Beirut e nel quale è stato ucciso, assieme ad almeno quattro persone, l'ex ministro libanese Muhammad Shatah, membro della coalizione ostile al regime Damasco e agli Hezbollah. Lo riferisce una nota diffusa dall'agenzia ufficiale Sana.

Il leader della coalizione parlamentare libanese di opposizione, Saad Hariri, aveva stamani implicitamente accusato Damasco e gli sciiti Hezbollah di essere dietro l'attacco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS