Navigation

Libano: decine di migliaia a manifestazioni contrapposte

Le strade di Beirut affollate di manifestanti KEYSTONE/EPA/WAEL HAMZEH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2019 - 07:26
(Keystone-ATS)

Decine di migliaia di manifestanti antigovernativi e contro la corruzione sono tornati ad affollare nel pomeriggio e nella serata di ieri le piazze di Beirut e di altre città libanesi.

In mattinata altre migliaia di persone si erano radunate nei pressi del palazzo presidenziale di Baabda, sulle colline a sud-est della capitale, per manifestare il loro sostegno al presidente Michel Aoun.

I manifestanti antigovernativi, riferiscono i media libanesi, si sono dati appuntamento nelle piazze dei Martiri e di Riad al Solh, nel centro di Beirut, e nelle strade di Tripoli nel nord e di Tiro nel sud. Altri dimostranti hanno organizzato una marcia dalla città meridionale di Kfar Rumman a Nabatiyeh, roccaforte del movimento sciita Hezbollah alleato dell'Iran.

Rivolgendosi ai suoi sostenitori in mattinata Aoun aveva fatto appello a tutti i cittadini perché si uniscano a sostegno di un programma di riforme, dopo due settimane di proteste che martedì scorso hanno provocato le dimissioni del primo ministro Saad Hariri.

Questo non ha fermato i manifestanti, che chiedono un completo rinnovamento di una politica basata sulla spartizione del potere per linee confessionali. Il presidente Aoun è un cristiano maronita il cui partito, insieme con i suoi alleati inclusi gli Hezbollah, controlla la maggioranza in Parlamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.