I cantoni vogliono poter determinare autonomamente i contingenti per i frontalieri previsti dall'iniziativa sull'immigrazione di massa. Lo riferisce oggi la NZZ am Sonntag.

"Vogliamo che il numero dei frontalieri sia regolato per quanto possibile in ampia misura dai cantoni", afferma il consigliere di stato sangallese Benedikt Würth, in dichiarazioni riportate dal domenicale.

Il politico PPD guida il gruppo di lavoro incaricato dalla Conferenza dei governi cantonali (CdC) di redigere la risposta nell'ambito della procedura di consultazione avviata dal Consiglio federale sull'applicazione del voto del 9 febbraio 2014.

I cantoni puntano a risolvere la questione dei frontalieri nel modo più federale possibile. A questo proposito vi son però diverse possibili interpretazioni giuridiche.

Giovedì scadono i termini della consultazione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.