Navigation

Libera circolazione, iniziativa europea denuncia accordo con UE

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2012 - 13:48
(Keystone-ATS)

L'Associazione europea per la parità dei diritti ha lanciato un'iniziativa popolare in cui esige che l'accordo di libera circolazione della persone tra Svizzera e UE venga denunciato, a causa del mancato rispetto di alcune clausole.

La Commissione europea ha dato ieri il suo benestare al testo dell'iniziativa, che avrà bisogno di un milione di firme per avviare l'iter di una nuova legge. All'associazione aderiscono in particolare cittadini britannici e austriaci.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.