Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Clausola di salvaguardia, iniziativa sui salari minimi e misure di accompagnamento alla libera circolazione delle persone: sono questi alcuni dei temi toccati nel corso dell'incontro di oggi fra il consigliere federale Johann Schneider-Ammann e il commissario europeo per l'occupazione e gli affari sociali Laszlo Andor.

Il motivo principale dell'incontro era tuttavia la volontà di costruire un rapporto di fiducia con Andor, ha precisato il ministro elvetico dell'economia al termine del colloquio, sottolineando come il commissario europeo si stia occupando di un dossier particolarmente rilevante per Berna, quello della libera circolazione delle persone.

Andor si è mostrato sollevato - ha aggiunto Schneider-Ammann - per lo scadere nel 2014 della clausola di salvaguardia per gli Stati dell'Ue, ad eccezione di Romania e Bulgaria. Nel corso del colloquio odierno le misure di accompagnamento non sono state un tema controverso come altre volte, ha fatto inoltre notare il consigliere federale.

Andor ha evocato problemi sociali e di dumping salariale con i quali sono confrontati alcuni Stati membri dell'Ue, ha rilevato Schneider-Ammann. Quest'ultimo ha poi aggiunto che durante l'incontro sono state discusse anche l'iniziativa sui salari minimi e quella per salari equi (1:12), così come la situazione dell'occupazione in Europa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS