Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Swisscom non ha sempre partecipato in nmodo corretto alla liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni. Lo afferma il predicente della Commissione della concorrenza (Comco) Walter Stoffel. L'operatore, al quale sono state inflitte multe elevate, ha avuto un comportamento "particolarmente nefasto" nell'accesso ad internet a banda larga (ADSL).
Stoffel, in un'intervista pubblicata oggi dal "Temps", afferma che per la Comco i criteri d'intervento sono "chiari" e si basano "sull'importanza economica, fattore determinante nella nostra attività di accompagnamento delle liberalizzazioni".
Se Swisscom dovrà pagare le multe - l'azienda ha presentato ricorso contro tali sanzioni - queste finiranno nelle casse della Confederazione, che è anche azionista di maggioranza dell'operatore. "Ciò è evidentemente assurdo", afferma Stoffel precisando comunque che tutte le imprese sono strattate allo stesso modo dalla Comco.
In futuro la Comco veglierà che quanto verificatosi con l'ADSL non si ripeta, ad esempio nell'introduzione delle fibre ottiche nelle economie domestiche svizzere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS