Navigation

Libia: aeroporto Tripoli richiude dopo minacce Haftar

L'unico aeroporto operativo nella capitale libica Tripoli è stato chiuso ieri sera dopo le minacce del maresciallo Khalifa Haftar di abbattere qualsiasi che dovesse sorvolare la capitale. KEYSTONE/AP/DLM KP**LON** MMA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 gennaio 2020 - 07:47
(Keystone-ATS)

L'unico aeroporto operativo nella capitale libica Tripoli è stato chiuso ieri sera dopo le minacce del maresciallo Khalifa Haftar di abbattere qualsiasi aereo militare o civile che dovesse sorvolare la capitale e i suoi dintorni.

La direzione dell'aeroporto ha annunciato la sospensione del traffico aereo "fino a nuovo avviso" e il trasferimento dei voli su Misurata, 200 km più a est.

"Qualsiasi sorvolo della capitale da parte di un aereo militare o civile sarà considerato una violazione del cessate il fuoco" istituito dal 12 gennaio tra i belligeranti libici, aveva detto sera il portavoce del maresciallo Haftar, Ahmad al-Mesmari, aggiungendo che "qualsiasi aereo militare o civile, indipendentemente dalla sua appartenenza, che sorvoli la capitale sarà distrutto".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.