Sono durati qualche ora e poi interrotti da un cessate il fuoco gli scontri fra milizie ripresi ieri a Tripoli dopo oltre un mese di tregua. L'accettazione di un "cessate il fuoco" viene segnalata dal sito della tv libica al-Ahrar citando una fonte ufficiale.

Gli scontri erano scoppiati fra la "Settima Brigata", la milizia ribelle protagonista dei combattimenti che a settembre avevano causato quasi 120 morti ed oltre 400 feriti, e la "Forza centrale di sicurezza Abu Salim", precisa il sito riferendosi alla formazione guidata da Abdul-Ghani Al-Kikli, detto Ghnewa, che sostiene il premier Fayez Al Sarraj.

Il cessate il fuoco è stato annunciato dal presidente del Comitato che segue l'applicazione delle misure di sicurezza concordate a Tripoli dopo gli scontri di settembre, Ramadan Zarmouh.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.