Navigation

Libia: da UNHCR e OIM Grazie a Tunisia per aiuto a profughi

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2011 - 17:48
(Keystone-ATS)

I massimi responsabili dell'Alto commissariato per i rifugiati (Unhcr), Antonio Guterres, e dell'Organizzazione internazionale delle Migrazioni (Oim), William Lacy Swing, hanno incontrato oggi a Tunisi il ministro degli Esteri tunisino, Mouldi Kéfi, al quale hanno rivolto un ringraziamento per "la notevole solidarietà, il sostegno e la generosità del popolo e del governo tunisini verso coloro che sono fuggiti dalla Libia".

"Siamo qui - hanno aggiunto Guterres e Swing - per esprimere i nostri ringraziamenti al popolo tunisino e al governo per l'apertura della frontiera tunisino-libica ai migranti in fuga dalla Libia e avere loro garantito l'assistenza e la protezione necessarie". Da parte sua, Kefi, secondo quanto riferisce l'agenzia tunisina Tap, ha sottolineato l'appoggio costante di Guterres alla Tunisia, in particolare dopo la rivoluzione, felicitandosi per l'opera dell'Unhcr per la soluzione dei problemi legati ai rifugiati nel mondo.

All'Oim, Kefi ha espresso la riconoscenza della Tunisia per quanto sta facendo nella gestione dei massicci flussi di rifugiati alla frontiera con la Libia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?