Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Libia: esercito, più di 30 miliziani uccisi in golfo Sirte

Violenti scontri sono in corso sul Golfo di Sirte, in Libia, tra l'esercito regolare libico e una milizia islamica della coalizione "Fajr Libya": lo riferiscono media locali citando una fonte ufficiale che annuncia 34 morti e 48 feriti tra i miliziani.

Il portavoce dello Stato maggiore delle forze armate, il colonnello Ahmed el-Mesmari, ha precisato che gli scontri con le milizie Fajr dell'operazione "Shorouk" sono in corso nei pressi di Ben Jawad con l'uso anche di razzi e di aerei.

Dal canto suo il portavoce delle guardie dei vicini terminal petroliferi di As-Sidr e Ras Lanuf (a 30 km) ha annunciato che negli scontri a Ben Jawad sono morti due capi delle potenti milizie di Misurata, Khaled Abdel Karim Zoubi e Mohamed Ali al-Sharkassi.

In mattinata il portavoce dell'esercito, Mesmari, aveva riferito di un altro "importante attacco" portato contro gli integralisti a Sidi Khaled, in Cirenaica (est), nei pressi di Derna (dove lo Stato slamico ha instaurato un califfato): il bilancio degli scontri avvenuti ieri pomeriggio, secondo la fonte, è di oltre 30 islamisti uccisi e decine feriti. L'esercito del governo riconosciuto internazionalmente e insediato a Tobruk ha perso 11 uomini.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.