Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Muammar Gheddafi ordinò personalmente la strage di Lockerbie: il sospetto circolato, e più volte smentito dallo stesso rais in passato, è stato rilanciato oggi da un giornale svedese. "Ho la prova. Fu lui che diede l'ordine all'agente segreto Abdelbasset al-Megrahi", ha detto al tabloid "Expressen" Mustafa Mohamed Abusd al-Jalin, l'ex ministro degli esteri della Jamayiria che si è dimesso lunedì in segno di protesta per l'uso eccessivo della violenza contro i manifestanti anti-governativi.

Nell'attentato di Lockerbie in Scozia 270 persone (199 di nazionalità statunitense) persero la vita in un Jumbo della Pan Am esploso in volo il 21 dicembre 1988.

Intervistato in arabo "in una grande città della Libia", non identificata per ragioni di sicurezza, l'ex ministro ha detto che Gheddafi ha poi "fatto il possibile" per ottenere dalle autorità scozzesi, che lo avevano condannato all'ergastolo, la liberazione di Megrahi: gli serviva per "nascondere" il suo ruolo di burattinaio occulto della strage.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS