Navigation

Libia: governo denuncia sequestro 105 orfani a Misurata

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2011 - 09:05
(Keystone-ATS)

Le autorità libiche hanno avviato un'inchiesta per determinare la sorte di 105 orfani di un istituto di Misurata, rapiti a loro dire dopo i bombardamenti sulla città libica e di cui da settimane non si hanno notizie.

Secondo il ministro degli Affari sociali Ibrahim Sharif, i bambini, 52 maschi e 53 femmine di cui le autorità hanno i nomi, sono stati sequestrati e condotti verso una destinazione sconosciuta.

Il ministro ha precisato che "alcuni testimoni hanno detto di averli visti a bordo di una nave turca, altri di una nave italiana, o francese... Noi vogliano la verità e riteniamo tali paesi responsabili della sorte di questi bambini che non sono certo soldati o persone in armi".

A detta del responsabile governativo un medico che ha aderito alla ribellione in corso in Libia, recentemente arrestato, ha ammesso che i bambini sono stati condotti in Italia o Francia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?