Navigation

Libia: inviato russo, Gheddafi non vuole lasciare

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2011 - 16:41
(Keystone-ATS)

Il leader libico Muammar Gheddafi "non è pronto" a lasciare il potere a Tripoli: lo riferisce l'inviato speciale russo Mikhail Margelov dopo l'incontro con il ministro degli Esteri Abdul Ati al-Obeidi nella capitale libica.

Le autorità di Tripoli, ha detto Margelov secondo quanto riferisce Itar-Tass, si sono dette pronte a un immediato cessate il fuoco e non hanno escluso una commissione Onu-Ua per monitorare il processo di conciliazione nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.