Navigation

Libia: Jalloud, formerò partito laico, liberale e nazionalista

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2011 - 20:56
(Keystone-ATS)

"Ho avuto un dialogo con le forze patriottiche del est, del sud e dell'ovest della Libia e abbiamo concordato di formare un partito politico, nazionalista, laico e liberale".

Lo ha affermato Abdel Salam Jalloud in una conferenza stampa presso l'associazione della stampa estera a Roma. L'ex numero due del regime di Gheddafi ha precisato che è ancora in corso "un dialogo con le forze della cirenaica e per questo non abbiamo diffuso la notizia", ma ha anticipato che il nuovo partito "sarà basato sulla cittadinanza e la sua leadership sarà affidata ai giovani tra i 25 e i 50 anni".

Quindi, ha evidenziato Jalloud "se il partito avrà successo alle elezioni, da solo o alleandosi con altri partiti, anche la leadership dello Stato libico sarà in mano ai giovani". E la nuova compagine punterà anche sulla donna "che è la forza e la locomotiva della società", ha ancora spiegato Jalloud.

In merito alla possibilità di un ruolo politico all'interno del governo libico, Jalloud ha osservato che "sarà il popolo libico a deciderlo. Io ho una precisa visione politica ed economica, non cerco vantaggi personali". Il lavoro del Cnt e quello dell'ex numero due del regime di Gheddafi "non sono nè paralleli, nè contrari. L'unità è la nostra arma principale", ha precisato Jalloud.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?