Navigation

Libia: Nato condanna minacce Gheddafi a Italia

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 aprile 2011 - 21:53
(Keystone-ATS)

Il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen ha stasera condannato "con forza" le minacce contro l'Italia del leader libico Muammar Gheddafi ed ha sottolineato che gli alleati "continueranno a portare avanti la loro missione in attuazione della risoluzione 1973 del Consiglio di sicurezza" delle Nazioni Unite.

In un comunicato diffuso in serata, Rasmussen "condanna con forza le dichiarazioni attribuite al colonnello Gheddafi" e respinge "le minacce verso l'Italia o qualsiasi altro alleato".

"Il regime di Gheddafi - continua il segretario generale della Nato - continua a provocare molte sofferenze con i suoi attacchi contro la popolazione libica e questo deve semplicemente cessare".

"La Nato rimane ferma e porterà avanti le sue operazioni fino a quando non sarà stata rimossa la minaccia contro la popolazione civile della Libia", conclude.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?