Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio si Sicurezza ha approvato oggi all'unanimità un rafforzamento delle sanzioni in Libia. La risoluzione Onu, la prima adottata dai Quindici dal 19 marzo a dispetto dell'escalation della violenza nel Paese, rafforza le sanzioni contro chi ostacola o mette a rischio il processo di transizione politica in Libia.

La risoluzione 2174, modellata su una analoga adottata per lo Yemen, rafforza l'embargo delle armi: decide che la fornitura di armi e munizioni e pezzi di ricambio alla Libia debba essere approvata preventivamente dal Comitato delle Sanzioni.

Il voto del Consiglio arriva sullo sfondo di una nuova richiesta all'Onu della Libia di completare la sua missione e estendere il suo sostegno agli sforzi tesi al ritorno della pace e della sicurezza nel Paese. "Chiederemo al Consiglio di aiutarci a riportare l'ordine dal momento che la Libia è tuttora sotto il capitolo Sette della carta dell'Onu", ha detto il ministro degli esteri Mohamed Abdulaziz a un giornale saudita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS