Navigation

Libia: portavoce governo, Saif processato qui e non all'Aja

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2011 - 17:12
(Keystone-ATS)

Un portavoce del governo ad interim libico ha detto oggi che Saif al-Islam Gheddafi dovrebbe essere processato in Libia piuttosto che essere consegnato alla Corte dell'Aja.

"Questo è il capitolo finale del dramma libico - ha dichiarato il ministro dell'Informazione Mahmoud Shammam -. Lo processeremo in Libia e sarà giudicato per i suoi crimini in base alla legge libica".

Da parte sua il procuratore della Corte penale internazionale (Cpi), Luis Moreno Ocampo, ha dichiarato che andrà in Libia nel giro di una settimana per discutere i passi successivi alla cattura del figlio di Muammar Gheddafi.

"Andrò in Libia per decidere come dobbiamo affrontare questa situazione. Ma la notizia è che Saif sarà portato in tribunale e giudicato. Dove e come, questo è ciò che discuteremo", ha dichiarato ai giornalisti il procuratore della Cpi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?