Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'auto con a bordo una famiglia è stata colpita durante un raid aereo nella zona di Ras Lanuf, dove le forze fedeli al leader libico Muammar Gheddafi stanno conducendo oggi un'intensa controffensiva per riprendere il controllo dell'area. Lo riferiscono testimoni secondo cui una o più persone sarebbero morte nel veicolo.

Un gruppo d'opposizione libico in esilio ha riferito anche che forze leali a Gheddafi hanno lanciato un nuovo attacco per riconquistare Zawia, 50 chilometri a ovest della capitale, attualmente in mano agli insorti. Finora non è stato possibile verificare l'informazione perchè i cellulari non hanno campo e i telefoni fissi funzionano a tratti. Ma, sempre secondo l'organizzazione, stamattina nella città si sentiva sparare in continuazione.

"Se Gheddafi e il suo regime continueranno ad attaccare sistematicamente la popolazione civile, non posso immaginare che la comunità internazionale e l'Onu rimangano a guardare", ha detto il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen.

"Sia chiaro - ha proseguito il segretario generale della Nato - noi non abbiamo alcuna intenzione di intervenire in Libia. Ma ci stiamo preparando ad ogni eventualità. Come organizzazione di sicurezza - ha spiegato - il nostro lavoro è quello di pianificare ogni eventualità".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS