Navigation

Libia: Sommaruga insiste su collaborazione europea

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 febbraio 2011 - 14:54
(Keystone-ATS)

La ministra di giustizia e polizia Simonetta Sommaruga ha espresso oggi nel corso della trasmissione "Samstagsrundschau" della radio DRS la sua preoccupazione riguardo alla situazione in Libia. Misure e ripercussioni di una possibile ondata migratoria in Europa non sono ancora chiare.

Non vi è quindi alcun motivo per farsi prendere dal panico, ha detto Sommaruga. La Svizzera deve contribuire alla gestione della situazione creata dalle sommosse nel mondo arabo. Occorre quindi collaborare con gli stati dell'Unione europea, ha sottolineato.

Soprattutto Tunisia ed Egitto hanno attualmente bisogno di sostegni diretti. Solo così i rifugiati provenienti da questi Paesi potranno fare ritorno in patria, ha detto la ministra di giustizia e polizia. I profughi della regione araba non sono un tema adatto alla campagna elettorale, ha poi puntualizzato la ministra elvetica che ha chiesto ai partiti moderazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?