Navigation

Libia: Tunisia disponibile riconoscere Cnt

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giugno 2011 - 09:46
(Keystone-ATS)

La Tunisia è disponibile a riconoscere il Consiglio nazionale di transizione libico, se l'organismo che rappresenta gli insorti lo chiederà. Lo ha detto il ministro dell'Educazione e portavoce del governo tunisino, Taieb Baccouche.

"È impensabile - ha detto Baccouche - accettare che un potere bombardi, massivamente, delle città intere. Chi fa questo perde tutta la sua legittimità".

Baccouche ha precisato che, nel corso delle visite fatte in Tunisia da esponenti del Cnt, non è mai stata avanzata una richiesta formale di riconoscimento.

"Se questa richiesta ci arriverà, l'esamineremo in Consiglio dei Ministri", ha spiegato ricordando, poi, che all'inizio del conflitto interno in Libia la Tunisia aveva osservato una "neutralità assoluta, in ragione dei rapporti di vicinato e del numero crescente di rifugiati che arrivavano".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?