Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il regime di Gheddafi non controlla più i principali campi petroliferi libici. Lo ha reso noto il commissario europeo per l'energia Günther Oettinger.

Per Oettinger, ci sono fondati motivi per ritenere che i maggiori giacimenti di gas e petrolio in corso di sfruttamento siano passati sotto il controllo delle formazioni ribelli. E questo sarebbe anche il motivo per il quale l'Ue ha deciso di varare sanzioni non generalizzate ma mirate nei confronti degli esponenti della famiglia Gheddafi e del suo entourage.

La esportazioni di idrocarburi dalla Libia verso l'Europa, ha aggiunto il commissario, non sono "trascurabili", ma rappresentano comunque solo il 3% del volume complessivo del mercato europeo del gas e il 10% di quello del petrolio. La produzione ha subito uno stop, ha detto ancora il commissario, ma le attività estrattive dovrebbero riprendere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS