Navigation

Libia: Usa chiedono indagine su denunce esecuzioni sommarie

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2011 - 21:46
(Keystone-ATS)

Dopo la richiesta di far luce sulla morte di Muammar Gheddafi, Washington esorta le nuove autorità libiche ad indagare anche sulle denunce di esecuzioni sommarie di lealisti o sostenitori dell'ex rais.

Si tratta di denunce, ha detto la portavoce del Dipartimento di Stato Victoria Nuland, "estrememente inquietanti", su cui è necessario fare chiarezza e per cui, l'ambasciatore americano in Libia Gene Cretz ha già chiesto al Consiglio nazionale di transizione "di avviare un'inchiesta".

Proprio oggi, l'organizzazione per la difesa dei diritti umani Human Rights Watch (Hrw) ha denunciato che 53 presunti lealisti di Gheddafi sono stati uccisi in un hotel di Sirte, domenica scorsa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?