Navigation

Libia: visita Erdogan slitta per evitare Sarkozy e Cameron

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2011 - 16:34
(Keystone-ATS)

Superato a sorpresa dal tandem Sarkozy-Cameron, il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha discretamente - ma chiaramente - cambiato i piani della sua visita nei tre Paesi della primavera araba nordafricana spostando a domani la sua tappa in Libia.

Ancora stamattina, nell'"agenda di oggi" del premier in circolazione sui media ad Ankara, c'era scritto che Erdogan "completerà la sua visita in Tunisia e andrà in Libia", a conferma di un programma semi-ufficiale diffuso dall'agenzia turca Anadolu già il 7 settembre con conclusione prevista già per oggi. Nel primo pomeriggio, annunciando che Erdogan ha incluso nel viaggio anche Bengasi, l'agenzia ha però fatto sapere da Tunisi che il premier dovrebbe spostarsi dalla capitale tunisina a Tripoli solo domani mattina (e non più quindi oggi).

Parte della stampa turca, da Sabah a Milliyet, polemizza sulla visita a sorpresa a Tripoli del presidente francese Nicolas Sarkozy e del premier britannico David Cameron nel giorno in cui doveva arrivarci il ben preannunciato Erdogan: in particolare il filogovernativo quotidiano Yeni Safak sostiene che il caldo benvenuto ricevuto dal primo ministro turco in Egitto, prima tappa del suo tour, ha scatenato "una crisi di gelosia" a Parigi e Londra. Lo scopo dei leader dei due paesi dell'Ue, scrive ancora il giornale, era quello di arrivare in Libia prima di Erdogan.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?