Navigation

Licenziamenti al Corriere del Ticino, sindacati protestano

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2010 - 17:56
(Keystone-ATS)

LUGANO - Il Corriere del Ticino, si apprende dai sindacati che si dicono sconcertati, ha deciso di sopprimere 5 posti di lavoro, dei quali 3 sono prepensionamenti e 2 licenziamenti. All'origine della decisione, vi sono misure di risparmio.
La scelta dei dirigenti della testata ticinese - affermano Comedia e ATG - è criticabile in considerazione del fatto che "le redazioni non sono state coinvolte e i colleghi e le colleghe sono stati messi/e davanti al fatto compiuto".
Comedia e ATG chiedono che da subito i vertici del Corriere del Ticino aprano il tavolo delle trattative con le forze sindacali e i rappresentanti dei colleghi colpiti da licenziamento "affinché si possano esaminare delle soluzioni alternative meno dolorose".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.