Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere di Stato vodese della sanità, Pierre-Yves Maillard (PS), in dichiarazione al quotidiano Blick, propone di lanciare un'iniziativa per limitare la pressione degli assicuratori malattia in parlamento.

"Non ci devono più essere politici legati al denaro delle casse malattia", afferma Maillard che è anche presidente del governo cantonale. A suo parere il parlamento subisce troppo l'influsso della lobby degli assicuratori e deve riprendere in mano tutto il sistema sanitario. "Le casse hanno un potere enorme" alle Camere federali.

Il socialista vodese cita a tale riguardo il consigliere nazionale ticinese Ignazio Cassis (PLR), che è presidente del gruppo liberale radicale alle Camere, presidente della commissione della sanità al Nazionale e pure presidente dell'associazione di assicuratori Curafutura. Tutto ciò non è più accettabile, secondo Maillard, il quale rileva che i direttori della Posta, di SSR e di Swisscom sono esclusi dal parlamento.

A fine dicembre, a seguito della decisione del Nazionale di bocciare la moratoria sull'apertura di nuovi studi medici, Maillard si era detto persuaso che occorre promuovere un'iniziativa popolare basata sul modello dell'assicurazione cantonale pubblica e aveva indicato che un testo in tal senso è già in circolazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS