Navigation

Lindt & Sprüngli apre più grande museo del cioccolato in Svizzera

All'inaugurazione c'erano anche Roger Federer e Ueli Maurer KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 18:54
(Keystone-ATS)

Nonostante i tempi amari della pandemia, Lindt & Sprüngli vuole tener aggrappati i clienti a dolci sogni. Il produttore elvetico di cioccolata ha inaugurato oggi nella sua sede di Kilchberg (ZH) il più grande museo del cioccolato in Svizzera.

Stando al presidente del cda di Lindt & Sprüngli, Ernst Tanner, la nuova "Lindt Home of Ciocolate" - che aprirà i battenti ufficialmente domenica - è una pietra miliare per la Confederazione. Il nuovo museo, costruito in soli 36 mesi, ha infatti una superficie di un campo da calcio ed è alto 20 metri.

Stando al progetto iniziale, la "Casa del cioccolato" avrebbe dovuto aprirsi il 7 maggio scorso, ma a causa dell'epidemia di coronavirus l'inaugurazione è stata rinviata. Oggi, alla presenza del tennista Roger Federer e del consigliere federale Ueli Maurer si è finalmente proceduto al "taglio del nastro".

Dopo un periodo difficile, Lindt&Sprüngli intende così offrire un motivo in più ai suoi clienti per fermarsi a Kilchberg. Nel primo semestre la storica azienda produttrice di cioccolata di qualità, che dispone attualmente di 500 negozi e caffè in tutto il mondo, ha visto il fatturato scendere (su base annua) del 13% a 1,5 miliardi di franchi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.