I genitori - una coppia di 40enni italiani - erano fuori a lavorare tutto il giorno e il bambino, di cinque anni, rimaneva in casa con dieci cani di grossa taglia, dei pastori bernesi, tra gli escrementi.

Il caso - di cui dà notizia oggi Il Giorno - ha scosso Livigno, la località in provincia di Sondrio a ridosso del confine grigionese, destando sconcerto tra i cittadini che si interrogano su come la situazione non fosse emersa prima.

Una situazione della cui esistenza, stando a quanto trapela dalle indagini, tanti probabilmente sapevano. Ora il bambino - che non frequentava l'asilo - è stato affidato ai servizi sociali, mentre le procedure giudiziarie si sono attivate e i genitori rischiano la patria potestà. Del caso si occupa la procura per i minorenni di Milano.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.