Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo bancario del Liechtenstein LLB ha creato 31 milioni di franchi di accantonamenti per far fronte al conflitto fiscale in corso con gli Stati Uniti, ha reso noto oggi la stessa società. Anche per questo motivo il risultato semestrale del gruppo scende a 14 milioni, contro i 61,6 milioni di un anno fa.

In marzo la LLB aveva già messo da parte 16 milioni per lo stesso motivo. La filiale elvetica del gruppo è infatti fra i 14 istituti indagati dagli Stati Uniti per aver accolto evasori fiscali americani. Sempre in marzo è stata annunciata anche la chiusura della filiale elvetica.

Secondo quanto dichiarato all'AWP dal portavoce Cyrill Sele, i 31 milioni stanziati oggi serviranno a tutto il gruppo, e non solo al caso svizzero. I dettagli su come verranno utilizzati i fondi non sono tuttavia stati resi noti.

Nonostante tutto, i ricavi della banca del principato nei primi sei mesi dell'anno hanno raggiunto i 280 milioni di franchi, pari ad un incremento del 35% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS