Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lloyds, la banca britannica nazionalizzata durante la crisi finanziaria, ha chiuso il primo semestre con un utile nette di 874 milioni di sterline (1,31 miliardi di franchi), in crescita del 31% rispetto all'analogo periodo del 2014.

Si tratta di un risultato notevole a fronte degli ulteriori 1,4 miliardi di sterline accantonati, per un totale di 13,425 miliardi, per risarcire i clienti ai quali erano state vendute polizze assicurative irregolari.

L'istituto, nel quale il governo britannico conserva ancora una quota del 15%, ha confermato la cedola a 75 pence per azione.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS