Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TRIPOLI - Lo stato psicologico del cittadino svizzero Max Göldi, condannato in appello a quattro mesi di carcere in Libia per soggiorno illegale, "è pessimo". Lo ha dichiaratio oggi alla France Presse il suo avvocato Saleh Zahaf, che ha lanciato un appello alle autorità elvetiche ad agire "con diligenza".
"Ho fatto visita a Göldi recentemente in carcere e l'ho trovato in bruttissime condizioni psicologiche, sente che la Svizzera lo ha abbandonato", ha detto l'avvocato.
"Quando ho sollecitato lo Stato libico a proposito di una domanda di grazia per il mio cliente, mi è stato risposto che Tripoli attende ancora delle misure nei confronti di coloro che hanno maltrattato Hannibal" (il figlio del colonnello Gheddafi, ndr), ha aggiunto il legale di Göldi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS