Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il regista italiano Marco Bellocchio (75) sarà premiato durante il 68esimo Festival internazionale del cinema di Locarno con il Pardo d'onore. Per l'occasione verrà mostrato in Piazza Grande "I pugni in tasca", a 50 anni dalla prima proiezione nella città sul Verbano.

Saranno anche proposti una selezione dei suoi film e una masterclass in cui il cineasta dialogherà con il pubblico.

Con questo tributo la rassegna, che si svolgerà dal 5 al 15 agosto, rende omaggio - spiegano gli organizzatori in una nota - a una carriera ricchissima e suggella il legame profondo che intercorre tra Locarno e Bellocchio, iniziato nel 1965 con la proiezione del suo lungometraggio d'esordio, appunto "I pugni in tasca". L'anarchia folgorante dell'opera colpì pubblico, critica e giuria, che gli conferì la Vela d'argento. Un successo che lo impose prepotentemente all'attenzione in Italia e a livello mondiale.

"'I pugni in tasca' resta tra quei film che hanno fatto la storia di Locarno come luogo di scoperta e di lancio di opere che, senza paura di essere fraintesi, possono essere definite scomode - ha sottolineato il direttore artistico Carlo Chatrian -. Ripresentarlo in una versione restaurata è insieme un doveroso omaggio all'atto d'inizio di un grande cineasta e l'indicazione di una linea di programmazione fedele ai suoi principi. La scelta di conferire il Pardo d'onore a Marco Bellocchio nasce inoltre dalla consapevolezza che il suo fare cinema, soprattutto in anni recenti - abbia molto da raccontare a chi vive in Italia ma anche a chi fa cinema nel resto del mondo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS