Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Kühne+Nagel, gigante svittese attivo nel settore della logistica e dei trasporti, ha realizzato nel primo trimestre del 2014 un utile netto in rialzo dell'11,9% a 150 milioni di franchi su un volume d'affari in leggero calo dell'1,3% a 4,13 miliardi di franchi. Il risultato operativo Ebit è salito del 12,4% a 190 milioni, mentre i ricavi lordi si sono attestati a 1,53 miliardi di franchi (1,54 miliardi dodici mesi prima).

Il segmento dei trasporti terrestri ha archiviato il primo trimestre con un fatturato in crescita del 6,9% (corretto degli effetti di cambio). Il risultato operativo Ebit si è fissato a 3 milioni, a fronte di una perdita di 9 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente.

Risultati in rialzo anche per il traffico aereo merci: Kühne+Nagel ha aumentato il tonnellaggio dell'1,4% su base annua, con stimoli positivi sui mercati europei e nord-americani, mentre un calo dei volumi è stato accusato in Asia, Africa e Medio Oriente. Il risultato operativo è comunque cresciuto del 17% a 62 milioni.

Il servizio di logistica, che propone servizi di stoccaggio e di distribuzione, ha registrato un aumento delle vendite dell'1,7%, mentre l'Ebit è salito del 13,8% a 33 milioni. I trasporti marittimi hanno invece evidenziato un calo del risultato operativo del 4% a 92 milioni di franchi. Il gruppo svittese ha comunque potuto aumentare il volume dei container trasportati del 6,9%.

SDA-ATS