Navigation

Londra ricorda le vittime di London Bridge, ponte riapre

Centinaia di persone, fra le quali leader politici di ogni orientamento, hanno partecipato oggi a Londra a una cerimonia di commemorazione delle due vittime dell'attacco terroristico di venerd?i London Bridge. KEYSTONE/EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2019 - 14:44
(Keystone-ATS)

Centinaia di persone, con in prima fila i familiari affranti, il premier britannico Boris Johnson e leader politici di ogni orientamento, hanno partecipato oggi a Londra a una cerimonia di commemorazione delle due vittime dell'attacco di London Bridge.

Jack Merritt, 25 anni, e Saskia Jones, 23, impegnati in un progetto di recupero dei detenuti promosso dall'università di Cambridge, sono stati uccisi venerdì a coltellate proprio da un ex recluso rimesso in libertà vigilata, il 28enne Usman Khan, condannato nel 2012 a 16 anni per reati di terrorismo ispirati ad Al Qaida, ma scarcerato in anticipo dopo aver fintamente accettato un programma di deradicalizzazione.

Alla cerimonia, suggellata dalla preghiera di un vescovo donna della Chiesa anglicana, hanno partecipato fra gli altri, a a 10 giorni dalle elezioni, il leader laburista Jeremy Corbyn, il sindaco di Londra, Sadiq Khan, e la comandante di Scotland Yard, Cressida Dick. Presente pure una delegazione dell'ateneo di Cambridge. Intanto il London Bridge, dove Usman Khan è stato infine ucciso dalla polizia, è da oggi riaperto al traffico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.