Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gruppo di sei rifugiati eritrei ed etiopi minacciati di espulsione occupano da stamane la chiesa di San Lorenzo a Losanna. Chiedono alle comunità religiose di accordare loro ospitalità e protezione. Da mesi devono nascondersi, poiché hanno ricevuto una risposta negativa alla loro domanda di asilo.

Ai cinque uomini e una donna rifugiatisi stamane nel luogo di culto, sono stati messi a disposizione materassi per trascorrere la notte, ha spiegato all'ats Vincent Trunde, membro del Collettivo R che sostiene la causa dei richiedenti l'asilo.

Il collettivo non ha ancora discusso direttamente con la parrocchia, ma dichiara di essere in contatto da oltre un anno con le chiese per trovare un luogo di rifugio, ha aggiunto Trunde.

I militanti invitano le autorità a decretare una moratoria per tutti i rinvii verso l'Italia di richiedenti l'asilo. "Dobbiamo smetterla di trattare uomini, donne e bambini traumatizzati o malati come se fossero rifiuti ingombranti", scrivono gli attivisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS