Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La Svizzera ottiene buoni voti nella lotta alla corruzione all'estero: secondo Transparency International la Confederazione figura in un gruppo di soli sette paesi dell'OCSE che persegue attivamente chi paga tangenti a persone, organizzazioni o imprese fuori dai confini nazionali.
Gli altri sei stati (su 36 OCSE) sono Germania, Norvegia, Stati Uniti e - da quest'anno - Italia, Gran Bretagna, Danimarca. Nell'ultimo rapporto pubblicato oggi Transparency International sottolinea peraltro che anche in Svizzera esistono margini di miglioramento, in particolare per quanto riguarda la protezione - oggi ancora insufficiente - di chi porta alla luce i casi di corruzione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS