Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ritrovamento macabro nella città di Lucerna: la polizia ha rinvenuto due neonati morti in un'abitazione privata. Le circostanze sono ancora da chiarire. La procura ha avviato un'indagine.

La madre dei bebè è stata posta in detenzione preventiva, ha indicato oggi all'ats il portavoce del ministero pubblico cantonale Simon Kopp confermando informazioni di Tele 1.

Le vittime sono due gemellini, di cui non è stato reso noto il sesso, mentre la madre è una serba 20enne, secondo Tele 1. La donna si sarebbe recata nella notte tra l'11 e il 12 dicembre, accompagnata dai genitori, alla clinica ginecologica dell'ospedale cantonale di Lucerna per dei dolori ed un'emorragia. I medici si sono accorti che aveva partorito. L'ospedale ha avvertito la polizia, siccome non era da escludere che fosse avvenuto un delitto.

Interrogata dagli agenti, la giovane ha ammesso di aver partorito qualche giorno prima e ha parlato di un bambino morto, indica la "Neue Luzerner Zeitung". Una pattuglia recatasi nell'abitazione della donna ha trovato un neonato senza vita in una delle stanze.

Nel corso delle indagini la polizia ha riscontrato incongruenze e ha quindi sentito nuovamente la 20enne. Quest'ultima ha rivelato che un altro neonato si trovava nella casa. Gli agenti hanno rinvenuto anche il secondo bambino morto in un'altra stanza dell'abitazione, si legge sulla pagina online della "Neue Luzerner Zeitung".

Ora si tratta di capire se il decesso dei due neonati sia avvenuto prima o dopo il parto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS