Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le zanne di mammut trovate negli ultimi anni nella Seetal lucernese sono molto più antiche di quanto si pensasse: risalgono infatti a 85'000 anni or sono, ha indicato oggi l'archeologo cantonale sulla base di nuove analisi.

Si tratta perciò dei resti di mammut più vecchi venuti alla luce in Svizzera.

Finora i reperti erano datati a circa 29'000 anni, sulla base di un'analisi al radiocarbonio. Stando a un rapporto reso pubblico oggi sussiste però la possibilità che il campione testato sia stato contaminato con materiale più giovane.

Le verifiche effettuate dall'istituto geologico dell'Università di Berna sulle rocce dove sono stati trovati i resti di mammut permettono infatti di affermare con convinzione che occorre andare molto più indietro nel tempo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS