Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Fuga in avanti del direttore dell'azienda dei trasporti di Lucerna VBL, che pressato dal dibattito in corso in città sui salari dei manager ha deciso di rendere pubblico il suo compenso, pari circa 260'000 franchi.

"Voglio che cessino le discussioni", afferma il 58enne Norbert Schmassmann in un'intervista pubblicata oggi dalla "Zentralschweiz am Sonntag". "Da giorni si parla degli stipendi dei CEO delle società esternalizzate dalla città. Non posso camminare in centro senza che qualcuno mi parli della mia paga. È snervante".

Giovedì il consiglio comunale, contro il parere del municipio, ha approvato un atto parlamentare del PS che chiede più trasparenza riguardo alle retribuzioni dei dirigenti. Le imprese di proprietà del comune dovranno far sapere quanto incassano direzione e consiglieri d'amministrazione.

Schmassmann, che dirige l'azienda dei trasporti da quasi 20 anni, non ha perso tempo, nonostante per sua stessa ammissione parli ben poco volentieri del suo stipendio, come succede peraltro anche agli autisti dei suoi bus, aggiunge. Ha quindi rivelato che la sua remunerazione è pari a 250'000 franchi, cui si aggiungono indennità per 10'000 franchi. Secondo il manager questa cifra non è "né alta, né bassa, bensì adeguata" per il responsabile di una ditta con 460 dipendenti e un giro d'affari di 84 milioni all'anno.

I 260'000 franchi corrispondono anche ai soldi che incassa il sindaco, ma non più per molto: in marzo il popolo ha infatti accolto un'iniziativa dell'UDC che limita a rispettivamente 220'000 e 200'000 lo stipendio del sindaco e degli altri municipali. Per tutti ciò equivale a un taglio di circa 40'0000 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS