Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Ministero pubblico lucernese ha condannato 18 persone di età compresa tra i 18 e i 27 anni a pene pecuniarie e multe in seguito agli scontri scoppiati il 18 giugno scorso nella città sulla Reuss al termine della partita degli europei di calcio tra Spagna e Croazia.

Centinaia di tifosi avevano preso parte ai disordini davanti al Centro culturale e congressuale (KKL), dove poco prima avevano seguito l'incontro su schermi giganti. I facinorosi avevano anche attaccato agenti della polizia. Le forze dell'ordine avevano impiegato idranti e pallottole di gomma e chiuso al traffico il centro della città.

Una parte dei tifosi violenti è stata identificata con l'aiuto di foto pubblicate in internet. Le 18 persone sono state condannate tra l'altro per violenza o minaccia contro le autorità e i funzionari, sommossa, violazione della legge sugli esplosivi nonché danneggiamento, indica il Ministero pubblico in una nota odierna. Le pene pecuniarie vanno fino a 160 aliquote giornaliere, le multe fino a 1'300 franchi. Le sentenze sono passate in giudicato, non essendoci stati ricorsi. Un procedimento contro un altro facinoroso è stato archiviato mentre altri due sono di competenza della procura dei minori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS