Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il vagone deragliato

Keystone/URS FLUEELER

(sda-ats)

Un Eurocity Milano-Basilea, con 160 persone a bordo, ha deragliato oggi pomeriggio all'uscita dalla stazione di Lucerna, che è stata chiusa al traffico almeno fino a domani mattina. Sette persone sono rimaste leggermente ferite.

Ignote per il momento le cause dell'incidente.

Il sinistro è avvenuto alle 13.56, proprio dopo la partenza del treno. Il convoglio ad assetto variabile era diretto a Basilea. Per cause in corso di accertamento, alcuni vagono sono usciti dalle rotaie.

La quarta carrozza del treno - un convoglio del tipo ETR 610 di Trenitalia - si è piegata su un fianco e un pilone per la linea di contatto ha ceduto provocando l'interruzione della corrente alla stazione.

I passeggeri hanno dovuto pazientare oltre un'ora prima di poter uscire dal treno, ha precisato in serata un portavoce della polizia lucernese durante una conferenza stampa. Alcune persone hanno lamentato dei dolori e sono state inviate in ospedale per controlli. Anche i viaggiatori di due treni rimasti bloccati in stazione sono stati evacuati.

Oltre alle squadre di soccorso, sul posto sono giunte rapidamente anche la polizia e i pompieri. La zona è stata chiusa. Il traffico ferroviario alla stazione di Lucerna è rimasto interrotto e nessun treno circolerà almeno sino a domani mattina.

Le Ferrovie prevedono ritardi e soppressioni di treni. I convogli regionali e a lunga percorrenza sono stati deviati su altre stazioni. Sono stati messi in servizio anche bus sostitutivi e alcuni passeggeri si sono organizzati utilizzando twitter. L'incidente ha danneggiato le rotaie, la linea di contatto e il treno italiano.

Le FFS hanno attivato una hotline gratuita al numero 0800 99 66 33. Per chi teme di avere parenti coinvolti nell'incidente il numero è 0800 722 233.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS