Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Malgrado le forti piogge ed il conseguente deciso abbassamento delle temperature degli scorsi giorni, il mese di luglio del 2013 è risultato uno di più caldi degli ultimi trent'anni. E spesso di carattere afoso, ma globalmente povero di precipitazioni nonostante i numerosi temporali in diverse regioni svizzere, soprattutto al nord delle Alpi. Le ore di soleggiamento sono state da 50 a 100 più della media, con punte di 200 ore in più in Ticino e 350 in più nel nord-est del paese, secondo quanto riferisce oggi Meteomedia.

Il mese che si sta per concludere è stato il quarto più caldo in Svizzera dall'inizio delle misurazioni nel 1864. In questo periodo la colonnina di mercurio è salita di più solo nel 1983, 1994, e 2006.

Confrontando con la media pluriennale dal 1981 al 2010, al nord le temperature sono state superiori di circa 2 gradi; a Sciaffusa di 2,5 gradi. Al sud e in montagna il termometro si è piazzato circa 1,5 gradi sopra il suddetto valore di riferimento medio.

Per il servizio meteorologico della radiotelevisione svizzero-tedesca SFR Meteo, il luglio 2013 è stato da 2,5 a 3 gradi più caldo rispetto alla media 1961-1990. E sabato scorso il giorno più caldo dal 13 agosto del 2003.

A ciò non ha contributo solo il record annuale di caldo di sabato, poiché quasi tutti i giorni del mese hanno fatto segnare temperature superiori alla media pluriennale, constata Meteomedia.

Ma oltre ad essere caldo, luglio è stato spesso anche afoso, a causa dei numerosi temporali. Ci sono stati a livello nazionale solo sei giorni senza alcuna violenta precipitazione. La centrale svizzera del maltempo ha rilevato 46'075 fulmini.

Ciò malgrado il mese è risultato più secco rispetto al solito in diversi posti. Ad esempio, secondo Meteomedia, nel Vallese centrale (Sierre) ed in Bassa Engadina (Guarda) sono caduti appena 30 litri al metro quadro di pioggia, e fra il Moutatal (SZ) e l'Alpstein, in Svizzera orientale, 200 litri al metro quadro.

Per SFR Meteo, è stato particolarmente secco soprattutto nel est del Paese ed in ampie parti dell'arco alpino, mentre in Svizzera occidentale, in seguito alle intense precipitazioni di domenica e lunedì, il mese è stato più umido della media e ciò con un soleggiamento del 20% superiore al solito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS