Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I cristiano-democratci di Jean-Claude Juncker restano il primo partito del Lussemburgo anche se perdono parte dei consensi rispetto al 2009: questa la prima indicazione sui risultati - ancora provvisori e incompleti - delle elezioni anticipate che si sono svolte oggi nel Gran Ducato. I socialisti dell'LSAP, ex alleati di Juncker nel precedente governo, tengono ma non sfondano e si confermano per ora il secondo partito del Paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS